L’assessorato regionale alla Sanita’ della Sicilia ha lanciato un nuovo servizio per i cittadini. E’ possibile visualizzare tutti gli ambulatori pubblici e le strutture private convenzionate della Sicilia, compresi i laboratori, suddivise per provincia e comune. Bastera’ collegarsi al sito internet dell’assessorato Sanita’, all’indirizzo www.regione.sicilia.it/sanita, dove e’ stata inserita una pagina dal titolo ”Dove fare una visita o un esame?”, che contiene tutte le istruzioni per ottenere immediate risposte.

 

Inoltre il progetto pilota consente di individuare l’indirizzo della struttura sanitaria e di visualizzarlo sulla cartina della Sicilia, rimandando a Google Map dove e’ possibile verificare il percorso e il tempo medio di percorrenza che sono necessari per raggiungerlo. ”Un altro segnale di modernita’ ed efficienza – ha commenta to l’assessore regionale Massimo Russo – con il quale vogliamo avvicinarci agli utenti del sistema sanitario regionale. Il nuovo servizio telematico offre ai cittadini importanti informazioni in tempo reale e consente di orientarsi al meglio nell’offerta sanitaria. Questo servizio – ha spiegato – e’ stato pensato anche per i tanti turisti che affollano la Sicilia e che, non conoscendo il territorio, potranno ottenere risposte immediate ai loro bisogni di salute”.

 

In tempi brevissimi, all’interno di questo servizio, sara’ prevista la possibilita’ di ottenere ulteriori informazioni, come ad esempio la ricerca delle strutture sanitarie in grado di effettuare esami di diagnostica ad alta complessita’ (Pet, mammografie, scintigrafie, etc.). Il servizio on line dara’ anche la possibilita’, sia ai cittadini che agli operatori del settore, di interagire per segnalare eventuali aggiornamenti o correzioni, ma soprattutto indicare quale tipo di informazioni vorrebbero trovare sul sito.

 

”Lo strumento telematico – ha aggiunto Russo – e’ ormai alla portata di tutti ed e’ necessario per semplificare e velocizzare certi processi. Basterebbe pensare alla Nar, la nuova anagrafe regionale che gestisce il rapporto tra medici di base e pazienti, o al protocollo d’intesa firmato con l’Inps per accelerare le verifiche necessarie per l’erogazione delle pensioni di invalidita’: tutti servizi che hanno permesso di ridurre gli errori o i tentativi di truffa e che hanno offerto un servizio migliore agli utenti".